×

    Attenzione

    JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 409

    Notizie

     

    La Gazzetta dello Sport apre un sondaggio : favorevoli o contrari alla decisione della Regione Lombardia di aprire alle moto sui sentieri? 

    Dite anche voi la vostra collegandovi a questo link! :

    http://www.gazzetta.it/sondaggi//pages/gazzetta/la_regione_lombardia_apre_alle_moto_sui_sentieri_di_montagna_gli_appassionati_di_enduro_esultano_il_cai_insorge_tu_che_ne_pensi_d_12997.shtml?refresh_ce

    Lunedì, 07 Luglio 2014 23:25

    Programma attività di Sezione - Cedegolo

    Scritto da

                                             

    GITE SOCIALI 2014 GRUPPO CAI "Battistino Bonali" SEZ. CEDEGOLO VALLECAMONICA

    DATA

    ITINERARIO

    DIFFICOLTA'

    CAPIGITA

    13/04/2014

    Dosso del Cerreto m 882

    E

    Uberto Morandini 3333965036

    Battista Piantoni 3403289097

    27/4/2014

    Giornata manutenzione sentieri

     

    coordinatore Diego Salvetti 3355896511

    18/5/2014

    Monte Alben m 2019

    Via Normale e Ferrata "Maurizio"

    EE

    EEA

    Guido Zanella 3289435113

    Roberto Baccanelli 3495748974

    25/05/2014

    Laghetti di Mignolo m 2005 Pranzo sociale Rif. Passo Crocedomini

    E

    Guido Zanella 3289435113

    Roberto Baccanelli 3495748974

    8/6/2014

    Laghi Cupetti m 2295

    da Loveno

    EE

    Maurizio Pedretti 3479701344

    Guido Zanella 3289435113

    29/6/2014

    Laghi del Goglio m 2070

    (Val Seriana)

    EE

    Guido Zanella 3289435113

    Maurizio Pedretti 3479701344

    12 e 13/7/2014

    Adamello m 3539

    dal rifugio Prudenzini

    F

    Virginio Ragazzoli 0364634474

    13/7/2014

    Pulizia e attrezzatura sentiero N. 29

    EE

    coordinatore Diego Salvetti 3355896511

    13/07/14

    Laghi Cupetti m 2295

    da Loveno

    EE

    Maurizio Pedretti 3479701344

    Guido Zanella 3289435113

    27/07/14

    Giro dei 5 laghi di Campiglio

    m 2376

    E

    EEA

    Roberto Baccanelli 3495748974

    Guido Zanella 3289435113

    2 e 3/08 /2013

    Punta Castore m 4228

    F

    Crisitian Barbieri 3283883988

    Giacomo Bona 3381328330

    9 e 10/08/2014

    Monte Cevedale m 3769

    dal rifugio Pizzini

    F

    Silvano Nonelli 3397855851

    Paolo Turetti 3292237163

    24/08/2014

    Punta di Ercavallo m 3068

    EE

    Roberto Baccanelli 3495748974

    Guido Zanella 3289435113

    7/9/2014

    Monte Coleazzo m 3006

    EE

    Lorenzo Morelli 3493415832

    Diego Salvetti 3355896511

    14/9/2014

    Pizzo Camino m 2492

    Festa al Rifugio Laeng m 1760

    EE

    E

    Roberto Baccanelli 3495748974

    Uberto Morandini 3333965036

    20 e 21/9/2014

    Dolomiti

    (da definire)

    E

    EEA

    Roberto Baccanelli 3495748974

    Maurizio Pedretti 3479701344

    28/9/2014

    Sentiero delle Palete m 2319

    e Bocchette settentrionali di Brenta

    EEA

    Silvano Nonelli 3397855851

    Paolo Turetti 3292237163

    5/10/2014

    La Rasega, Passo Ignaga m 2528, Rifugio Lissone

    EE

    Diego Salvetti 3355896511

    Maurizio Pedretti 3479701344

    19/10/2014

    Giornata manutenzione sentieri

     

    coordinatore Diego Salvetti 3355896511

     

                                                                                           SCIALPINISMO

    16/02/2014

    21° Raduno Scialpinistico Valgrigna

    MS

    Guido Zanella 3289435113

    Roberto Baccanelli 3495748974

     

                                                                                        ALPINISMO GIOVANILE

    18/5/2014

    Discesa in grotta

     

    Simone Tomagra 3338044595

    Caterina Facchini 3934340854

    2 e 3/08/2014

    Attendamento in Negola

     

    Beniamino Lascioli 3473098640

    Renato Pedretti 3398277142

    27/09/2014

    Arrampicata al Monticolo

     

    Alessandro Scolari 3288653893

    05/10/2014

    Bivacco Linge

     

    Franco Canossi 3285373884

    Monica Togni 3471131583

     

     REGOLAMENTO: E’ consigliabile comunicare anticipatamente la propria partecipazione alle escursioni. Tale comunicazione è obbligatoria per la partecipazione alle gite alpinistiche o su ferrata o con pernottamento in rifugio e per i non tesserati, può essere fatta direttamente presso la sede sociale o chiamando le persone indicate come capigita, che potranno fornire informazioni sul programma e le caratteristiche dell’escursione. Per i non tesserati sarà richiesto il contributo minimo per l’assicurazione contro infortuni del CAI. I partecipanti alle escursioni sono tenuti a rispettare le disposizioni dei capigita, per la propria e la comune sicurezza, senza allontanarsi dagli itinerari previsti. Le gite potranno essere annullate o variate secondo le previsioni meteo a giudizio dei capigita. Per le gite alpinistiche o su ferrata (EEA) , indicate dal simbolo ▲ è richiesta adeguata attrezzatura (imbracatura, ramponi, picozza, casco, eventuale kit da ferrata, ecc.)

    E’ opportuno chiedere informazioni in merito in caso di dubbio. Siamo lieti di incontrarti e raccogliere la tua adesione alle gite nella nostra sede presso la sede del CAI tutti i giovedì dalle ore 20.30.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Lunedì, 07 Luglio 2014 16:16

    Rifugio Colombé

    Scritto da

     

    IL RIFUGIO

    Nel parco dell’Adamello, all’interno di un’area indicata a Riserva Naturale, a quota 1.710m, sorge, su un ampio terrazzamento, il rifugio Colombè, dal quale si gode un panorama straordinariamente ampio che spazia dai contrafforti settentrionali della Val Camonica fino al lago d’Iseo.Circonda il rifugio un bosco di larici di notevole pregio che, più in su, lascia spazio a vasti pascoli alpini ricchi di fiori del monte Colombè, la cui varietà è determinata dall’alternarsi di substrati acidi e carbonatici. Da un bellissimo bosco di abeti rossi emerge solitaria, la splendida mole calcarea del Pizzo Badile Camuno, famosa cima, attrezzata con una via ferrata e meta ambita di escursionisti esperti.

    RAGGIUNGERE IL RIFUGIO

    Percorrere la Strada Statale n. 42 del Tonale, fino a Capo di Ponte quindi seguire le indicazioni per Paspardo. Arrivati a Paspardo si consiglia di parcheggiare nella piazza del comune dove potete trovare un ampio parcheggio, e di percorrere il comodo sentiero n. 117

    In alternativa si può salire fino al rifugio in auto percorrendo la strada carrale per Zumella / rifugio Colombé. La strada carrale è a pagamento. Il ticket è disponibile presso il rifugio.

    IL RIFUGIO OFFRE

    Il rifugio Colombé è strutturato in modo da rendere confortevole e agevole l'ospitalità sia a famiglie che a gruppi organizzati non particolarmente numerosi. E' dotato di sale da pranzo al coperto con circa 40 coperti, ma non manca la la possibilità di mangiare all'aperto su dei comodi tavoli nell'ampio pianoro antistante al rifugio, uno splendido "balcone" sulla Valcamonica. I posti sui tavoli all'aperto sono circa 20. La cucina del rifugio non manca di offrire piatti semplici ma genuini, tipici delle tradizioni montanare della valle. Il rifugio dispone di circa 40 posti letto, suddivisi in tre camerette da 4-6 posti e un camerone, tutti serviti con un bagno con acqua e docce calde. Durante il periodo estivo c'è la possibilità di utilizzare anche le due tende da campo montate nel piazzale del rifugio per un totale di altri 25 posti letto.

    LA GESTIONE

    La gestione del rifugio Colombé è affidata ad un gruppo di volontari, amici OMG, che si impegnano in maniera continuativa nel garantire un ottimo servizio di ristorazione e pernottamento. Il ricavato della gestione è interamente devoluto al sostentamento dell'attivita sanitaria dell'ospedale di Chacas (perù). Chacas è una zona montana poverissima delle ande peruviane dove la gente vive solo dei prodotti dell'agricoltura e dove l'assistenza sanitaria è un servizio non garantito e a pagamento per le popolazioni. La storia del rifugio Colombè è anche legata alla memoria di Battistino Bonali e Giandomenico Ducoli (due noti alpinisti camuni), al loro stile di salire le montagne, alla loro solidarietà per le popolazioni andine, alla loro vita tragicamentefinita nel’93 durante l’ascensiona della parete nord del Huascaran. Per i gestori è una gioia tornare ogni anno al Colombé, rivivere intensamente il loro amore per la montagna e aiutare generosamente le persone più bisognose di Chacas (Perù).

     

    TRATTO DA: http://www.rifugiocolombe.it/

     

    Sabato, 05 Luglio 2014 09:26

    Isiga febbraio 2014

    In allegato il numero de L'Isiga di febbraio 2014!

    Martedì, 29 Aprile 2014 18:20

    CORSO DI ALPINISMO GIOVANILE 2014

    Scritto da

     

     

     

                                                                        CLUB ALPINO ITALIANO

     

                                        9°corso di alpinismo giovanile

     

     

     

    L’alpinismo giovanile ha lo scopo di aiutare il giovane nella propria crescita umana, proponendogli l’ambiente montano per vivere con gioia esperienze di formazione.

                                             

                                             Organico accompagnatori

     

    Alessandro Scolari - AAG

    Giovanni Blanchetti - AAG

    Alberto Melotti - AAG

    Nadia Patarini - ASAG

    Caterina Facchini - ASAG

    Renato Pedretti - ASAG

    Silvano Nonelli - ASAG

    Zelindo Domenighini - ASAG

    Claudio Petroboni - ASAG

    Alberto Bonafini - aspirante ASAG

    Daniele Blanchetti - aspirante ASAG

    Elisa Melotti - aspirante ASAG

    William Bondioni - aspirante ASAG

    Mattia Blanchetti - aspirante ASAG

    Nicole Gheza - aspirante ASAG

    Alice Pedretti - aspirante ASAG

     

    AAG=accompagnatore regionale di alpinismo giovanile

    ASAG=accompagnatore sezionale di alpinismo giovanile

     

                                                    Uscite del corso

     

    Sabato 5 aprile:  presentazione del corso

    Domenica 13 aprile: Colle Mignone 

    Domenica 11 maggio: Valle di Saviore

    Domenica 25 maggio: Barzabal 

    Dom-lun 20/21 luglio: Sasso Piatto (Dolomiti)

    Sab-dom 6/7 settembre:Rifugio Prandini

     

                                                  Uscite aperte a tutti

     

    Domenica 18 maggio:discesa in grotta

     info:Fausto 3384430818  Simone 3338044595

     

    Domenica 15 giugno:rifugio lissone (CAI Valle Camonica)

     info:Caterina 3934340854 Franco 3285373884

     

    Sab-dom 2/3 agosto:attendamento in negola

     info:Renato 3398277142 Beni 3473098640

     

    Sabato 27 settembre:arrampicata al monticolo

     info:Alessandro 3288653893

     

    Domenica 5 ottobre:bivacco linge

     info Franco 3285373884 Monica 3471131583

     

    Martedì, 25 Febbraio 2014 17:14

    IL MANIFESTO DELLA LIBERTA' IN MONTAGNA

    Scritto da

    Il manifesto della libertà in montagna: "Ma l'alpinismo non è senza limiti"

    L'Osservatorio della Libertà in Montagna e in Alpinismo, nato all'interno del Cai e guidato da Alessandro Gogna, scrive una lettera aperta al procuratore Guariniello. Polemica dopo l'accusa di omicidio colposo per i tre compagni dello sciatore travolto a Sauze da una valanga. "Scendere un pendio innevato lungo una pista da sci o lontano da essa sono due cose culturalmente opposte"

    di LEONARDO BIZZARO21 febbraio 2014

     

    No Limits. La vecchia pubblicità di un orologio è stata la fortuna di una generazione di alpinisti e arrampicatori, ma forse ha rovinato per sempre la reputazione dei loro colleghi. Perché nascono tutti da lì, dalla convinzione che in montagna ci vada chi non vuole limiti, i titoli dei giornali dopo un qualsiasi incidente in montagna, con poche eccezioni. E dunque non ha fatto scalpore la richiesta di rinvio a giudizio con l'accusa di omicidio colposo - da parte del pm Emanuela Pedrotta, del pool di magistrati torinesi guidati da Raffaele Guariniello che si occupano di sicurezza - dei tre amici di Simone Caselli, trentanovenne di Modena, che il 9 dicembre 2012 è morto, sepolto da una valanga, mentre sciava fuoripista sotto il Fraitève, a Sauze d'Oulx. Non ha fatto scalpore fra chi non frequenta la montagna, l'estate o d'inverno, ma è stata una valanga tra alpinisti e affini. Perché un'accusa di omicidio, ancorché colposo, significa la parola fine per un'attività che ha una storia plurisecolare e attorno alla quale sono nati i club alpini, la professione di guida alpina, le industrie di attrezzi, i rifugi e chissà quant'altro. L'Osservatorio della Libertà in Montagna e in Alpinismo, riconosciuto dal Cai, che solo per caso nasce in coincidenza con la richiesta di rinvio a giudizio, scende in campo per chiedere non tanto una "giustizia speciale" per chi va in montagna, ma la comprensione di che cosa sia l'alpinismo rispetto ad altre attività sportive. Al procuratore Guariniello arriverà oggi la lettera aperta firmata dal portavoce dell'Osservatorio, Alessandro Gogna, personaggio di primissimo piano dell'alpinismo dagli anni Sessanta agli Ottanta. 


    Leggi la lettera completa a Guariniello


    Mentre il numero di marzo di Montagne360, la rivista del Club Alpino Italiano, ospita un editoriale del direttore Luca Calzolari che condivide le medesime conclusioni con gli oltre 350mila soci del Cai.

    Leggi l'editoriale di Montagne360

    La libertà in alpinismo, specifica Gogna, non è vivere emozioni ed esperienze "senza limiti, sminuendo l'esistenza di pericoli e rischi", ma "facoltà di determinare in autonomia le scelte che ci riguardano, sia come singoli che come componenti di una collettività, ma con la consapevolezza del rischio che si corre e dei danni che possono derivarne ad altri". C'è un diritto al rischio, ma "è valido solo quando è frutto di una scelta consapevole e rispettosa degli altri, sapendo che non esistono la pretesa e la certezza di essere soccorsi sempre, comunque e in ogni condizione". Non può esistere la sicurezza totale, "è una pura illusione della società assistenzialista e consumista, non esiste e non esisterà mai, né in alpinismo né in nessun'altra attività umana (...). Esistono però spazi in cui la persona può e deve muoversi liberamente con la coscienza del rischio e dei propri limiti, con l'attenzione agli altri e all'ambiente in cui si muove". L'antropologo Annibale Salsa, docente all'Università di Genova ed ex presidente del Cai, scrive che oggi "la ricerca della sicurezza è la psicopatologia della società moderna".

    Ma c'è un confine netto fra terreni e attività che vi si svolgono: "È fuor di dubbio - scrive ancora Gogna - che l'attività in pista deve essere al riparo da pericoli oggettivi (...). L'utente della stazione sciistica ha acquistato un servizio che comprende, tra le altre cose, la propria incolumità sulle piste da sci (...). Se invece abbandoniamo la pista, non importa se di poco o di tanto, dobbiamo preoccuparci da noi. Bisogna far passare il concetto che scendere un pendio innevato lungo una pista da sci o lontano da essa sono due cose culturalmente opposte, certamente compatibili tra di loro, ma da non confondere. Sulla pista da sci si fa attività sportiva, altrove no! Il restante è compreso in tutte le altre attività d'avventura in montagna, estive e invernali".

    Chiede dunque un confronto con Guariniello, l'Osservatorio, "perché riteniamo che lei personalmente debba essere messo a conoscenza della filosofia di coloro che reputano essenziale forma di libertà il muoversi su terreno 

    di avventura montana". Perché riconosce nel magistrato colui dal quale spesso si è mossa la discussione che ha trasformato la legge. 



    Il testo integrale della lettera si può scaricare dal link www.k3photo.com/high-res/Guariniello-lettera-aperta.pdf 

             

              31° CORSO DI ALPINISMO Maggio – Luglio 2014

     

    LEZIONI TEORICHE:


    - Giovedì 8 Maggio:

    Argomento: Presentazione del corso

    Relatore: Michele Fedriga (direttore del corso)

    Argomento: ordinamento C.A.I. - etica della montagna

    Relatore: Paolo Turetti

    Argomento: Presentazione dei materiali

    Relatore: Giacomo Bona



    - Venerdì 16 Maggio: 

    Argomento: Catena di assicurazione

    Relatore: Marco Baisini



    - Venerdì 23 Maggio:

    Argomento: Geologia, flora e fauna

    Relatore: Giacomo Ercoli


    - Giovedì 29 Maggio:

    Argomento: Nozioni di pronto soccorso in montagna 

    Relatore: Floriana Bandera (da confermare)

    Argomento: Soccorso alpino 

    Relatore: Emilio Ferrari



    - Venerdì 6 Giugno:

    Argomento: Storia dell’alpinismo 

    Relatore: Daniele Archetti



    - Giovedì 12 Giugno:

    Argomento:Topografia e orientamento

    Relatore: Stefano Ducoli



    - Giovedì 3 Luglio:

    Argomento: Meteorologia in montagna

    Relatori: Cristian Barbieri e Matteo Menolfi

    Argomento: test finali



    LEZIONI PRATICHE:


    - Sabato 10 Maggio Falesia Monticolo: (solo pomeriggio)

    Argomento: Verifica materiali personali - Principali nodi - Tecnica di arrampicata - Movimenti di base

     

    - Domenica 11 Maggio Falesia Monticolo:

    Argomento:Ripasso lezione precedente - Uso dei chiodi – Soste - Manovre d’assicurazione - Movimento della cordata – Arrampicata

     

    - Sabato 17 Maggio Falesia Monticolo: (tutto il giorno)

    Argomento: Ripasso lezione precedente - Utilizzo dadi e friend - Calate in corda doppia - Prove di trattenuta

     

    - Domenica 18 Maggio Falesia di calcare:

    Argomento:Ripasso lezione precedente - Tecnica di arrampicata su calcare - Dimostrazione di autosoccorso della cordata;

     

    - Domenica 25 Maggio Falesia di Rogno:

    Argomento: Tecnica di arrampicata in aderenza su più tiri - Calate in corda doppia;

     

    - Sabato 31 Giugno uscita in ambiente:

    Argomento: Via ferrata, impiego del kit da ferrata;

     

    - Domenica 1 Giugno uscita in ambiente montano:

    Argomento: Via di stampo alpinistico di più tiri;

     

    - Sabato 7 Giugno:

    Argomento:Giornata a disposizione per eventuale recupero lezione persa per maltempo;

     

    - Domenica 8 Giugno:

    Argomento: Giornata a disposizione per eventuale recupero lezione persa per maltempo;

     

    - Sabato 14 Giugno ghiacciaio del Morteratsch (CH):

    Argomento: Comportamento della cordata su ghiacciaio, tecniche di autosoccorso;

     

    - Sabato 28Giugno Salita di avvicinamento ghiacciaio da definire:

    Argomento: ripasso su richiesta degli allievi - Attività pratica su topografia e orientamento

     

    - Domenica 29Giugno Salita di fine corso:

    Argomento: salita su ghiacciaio da definire

     

    - Venerdì 4 Luglio:

    Argomento: cena di fine corso al rifugio Crocedomini;

     

    ORGANICO ISTRUTTORI

     

    Archetti Daniele - I.S.

    Barbieri Cristian - I.S.

    Bona Giacomo - I.S.

    Ercoli Giacomo - I.S. (segretario)

    Fedriga Michele - I.A. (direttore del corso)

    Ferrari Emilio - I.N.A.

    Gagliardi David - I.S.

    Menolfi Matteo - I.A. (vicedirettore)

    Mensi Damiano - I.S.

    Moscardi Aldo - I.A.

    Pedersoli Francesco - I.S.A.

    Pezzotti Davide - I.S.

    Ragazzoli Virginio - I.S.A.

    Turetti Paolo - I.A.

    Baisini Marco - I.S.

    Ducoli Stefano – I.S.



    I.N.A.= istruttore nazionale di alpinismo

    I.N.S.A.= istruttore nazionale di scialpinismo

    I.A.= istruttore regionale di alpinismo

    I.S.A.= istruttore regionale di scialpinismo

    I.S.= istruttore sezionale



    DIRETTORE DELLA SCUOLA: Emilo Ferrari

    DIRETTORE DEL CORSO: Michele Fedriga

    VICE DIRETTORE CORSO: Matteo Menolfi

    SEGRETARIO: Giacomo Ercoli

     

    COSA E’ UN CORSO DI ALPINISMO:

    E’ un corso rivolto a coloro che, appassionati di alpinismo, arrampicata e escursionismo vogliono affrontare uscite in ambiente montano con maggiore sicurezza e consapevolezza dei rischi che la frequentazione della montagna comporta. Il corso permette di approfondire le proprie conoscenze tecniche sulla sicurezza, sui materiali ma anche le conoscenze teoriche sulla storia dell’alpinismo, meteorologia, topografia, orientamento, pronto soccorso. Alla fine del corso l’allievo sarà in grado di affrontare autonomamente uscite in ambiente montano su roccia e ghiacciaio in tutta sicurezza grazie alle conoscenze sviluppate durante il corso di alpinismo.

     

    NOTE:

     

    Le lezioni teoriche si svolgeranno presso la sede sociale del C.A.I. di Cedegolo con inizio alle ore 20.45.

    Il termine utile per le iscrizioni, salvo esaurimento dei 14 posti a disposizione è fissato per il giorno Giovedì 5 Maggio.

    La quota di iscrizione che comprende il materiale didattico è di: 140 € (110 € per i minori di 18 anni).

    E’ obbligatorio possedere: la tessera del C.A.I. con il bollino in regola per l’anno 2013 e il certificato medico di idoneità alla pratica sportiva non agonistica.

    Il giorno della prima lezione Teorica Giovedì 12 Maggio si eseguiranno tutte le pratiche di iscrizione, non saranno accettate iscrizioni pervenute fuori tempo massimo.

    Le date del corso potranno subire variazioni in base alle esigenze organizzative.

     

    Per info e pre – iscrizioni rivolgersi a:

     

    Matteo Menolfi: 3461315119 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Emilio Ferrari: 3407567177 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Michele Fedriga: 3357081445 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



    NOTE:



    Le lezioni teoriche si svolgeranno presso la sede sociale del C.A.I. di Cedegolo con inizio alle ore 20.45.

    Il termine utile per le iscrizioni, salvo esaurimento dei 14 posti a disposizione è fissato per il giorno Giovedì 1 Maggio.

    La quota di iscrizione che comprende il materiale didattico è di: 140 € (110 € per i minori di 18 anni).

    E’ obbligatorio possedere: la tessera del C.A.I. con il bollino in regola per l’anno 2014 e il certificato medico di idoneità alla pratica sportiva non agonistica.

    Il giorno della prima lezione Teorica Giovedì 8 Maggio si eseguiranno tutte le pratiche di iscrizione, non saranno accettate iscrizioni pervenute fuori tempo massimo.

    Le date del corso potranno subire variazioni in base alle esigenze organizzative.

    Per comunicazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     

    Lunedì, 07 Luglio 2014 00:00

    PROGRAMMA GRUPPO CAI BIENNO

    Scritto da

     

     

    GITE SOCIALI 2014 GRUPPO CAI BIENNO "Battistino Bonali" SEZ. CEDEGOLO VALLECAMONICA

     

    DATA

    ITINERARIO

    DIFFICOLTA'

    CAPIGITA

    13/04/2014

    Dosso del Cerreto m 882

    E

    Uberto Morandini 3333965036 Battista Piantoni 3403289097

    27/4/2014

    Giornata manutenzione sentieri

     

    coordinatore Diego Salvetti 335.5896511

    Fostinelli Lorenzo 3476037801 Gineprini Alfio 3486366845

    18/5/2014

    Monte Alben m 2019

    Via Normale e Ferrata "Maurizio"

    EE

    EEA

    Guido Zanella 328.9435113 Roberto Baccanelli 349.5748974

    25/05/2014

    Laghetti di Mignolo m 2005 Pranzo sociale Rif. Passo Crocedomini

    E

    Guido Zanella 328.9435113 Roberto Baccanelli 349.5748974

    02/06/14

    Valle di Campovecchio (con i bambini)

    E

    Gineprini Alfio 3486366845 Balzarini Sabrina 3283088602

    08/06/14

    Laghi Cupetti m 2295

    da Loveno

    EE

    Maurizio Pedretti 347.9701344 Guido Zanella 328.9435113

    29/06/14

    Laghi del Goglio m 2070 (Val Seriana)

    EE

    Maurizio Pedretti 347.9701344 Guido Zanella 328.9435113

    06/07/14

    Area vasta Valgrigna

    E

    Maurizio Pedretti 347.9701344 Guido Zanella 328.9435113

    13/07/14

    Laghi Cupetti m 2295

    da Loveno (Recupero)

    EE

    Maurizio Pedretti 347.9701344 Guido Zanella 328.9435113

    20/07/14

    Giro dei 5 laghi di Campiglio m 2376

    EEA

    Roberto Baccanelli 349.5748974 Guido Zanella 328.9435113

    03/08/14

    Pizzo Badile Camuno m 2435

    EEA

    Fostinelli Lorenzo 3476037801

    15/08/14

    Corno di Grevo m 2827

    EEA

    Fostinelli Lorenzo 3476037801

    24/08/2014

    Punta di Ercavallo m 3068

    EE

    Roberto Baccanelli 349.5748974

    Guido Zanella 328.9435113

    30 e 31/08/2014

    Pizzo Bernina m 4021

    PD

    Pezzotti Gianfranco

    Bettoni Domenico

    Bettoni Antonio

    14/9/2014

    Pizzo Camino m 2492

    Festa al Rifugio Laeng m 1760

    EE

    E

    Roberto Baccanelli 349.5748974

    Uberto Morandini 3333965036

    20 e 21/9/2014

    Dolomiti

    (da definire)

    E

    EEA

    Roberto Baccanelli 349.5748974

    Maurizio Pedretti 347.9701344

    Gineprini Alfio 3486366845

    5/10/2014

    La Rasega, Passo Ignaga m 2528, Rifugio Lissone

    EE

    Diego Salvetti 335.5896511 Maurizio Pedretti 347.9701344

    19/10/2014

    Giornata manutenzione sentieri

     

    coordinatore Diego Salvetti 335.5896511

                                                                                

                                                                                           SCIALPINISMO

    16/02/2014

    21° Raduno Scialpinistico Valgrigna

    MS

    Guido Zanella 328.9435113

    Roberto Baccanelli 349.5748974

     

     

    REGOLAMENTO: E’ consigliabile comunicare anticipatamente la propria partecipazione alle escursioni. Tale comunicazione è obbligatoria per la partecipazione alle gite alpinistiche o su ferrata o con pernottamento in rifugio e per i non tesserati, può essere fatta direttamente presso la sede sociale o chiamando le persone indicate come capigita, che potranno fornire informazioni sul programma e le caratteristiche dell’escursione. Per i non tesserati sarà richiesto il contributo minimo per l’assicurazione contro infortuni del CAI. I partecipanti alle escursioni sono tenuti a rispettare le disposizioni dei capigita, per la propria e la comune sicurezza, senza allontanarsi dagli itinerari previsti. Le gite potranno essere annullate o variate secondo le previsioni meteo a giudizio dei capigita. Per le gite alpinistiche o su ferrata (EEA) , indicate dal simbolo ▲ è richiesta adeguata attrezzatura (imbracatura, ramponi, picozza, casco, eventuale kit da ferrata, ecc.)

    E’ opportuno chiedere informazioni in merito in caso di dubbio. Siamo lieti di incontrarti e raccogliere la tua adesione alle gite nella nostra sede presso palestra comunale di Bienno in Via Marconi il venerdì dalle ore 20,30 alle 21,30.

     

    Il programma è disponibile anche sul sito web: http://www.caicedegolo.it/index.php?option=com_k2&view=itemlist&task=category&id=23:bienno

     

    Numeri telefonici per informazioni

     

     

    Zanella Guido (capogruppo) 3289435113

    Baccanelli Roberto 3495748974

    Fostinelli Lorenzo 3476037801

    Pedretti Maurizio 3479701344

    Salvetti Diego 3355896511

    Gineprini Alfio 3486366845

    Morandini Uberto 3333965036

    Balzarini Sabrina 3283088602

     

     

    Bienno (BS) - Via Mazzini, 17 Tel. 0364.406141

     

     
    Venerdì, 03 Gennaio 2014 20:25

    HUASCARAN 1993. Verso l'alto, verso l'altro

    Scritto da

    E' DISPONIBILE PRESSO LA SEDE IL LIBRO "HUASCARAN 1993. VERSO L'ALTO, VERSO L'ALTRO" SCRITTO DA FRANCO MICHIELI.

     https://www.facebook.com/huascaran1993

    Scheda del  libro

    Huascaran 1993. Verso l’alto. Verso l’altro

    Autore: Franco Michieli (geografo, esploratore, scrittore)

    Editore: Club Alpino Italiano, Sezione di Cedegolo “Battistino Bonali”

    Anno di pubblicazione: dicembre 2013

    Genere: narrativa, ricostruzione storica tra alpinismo e solidarietà

    Ambientazione: Perù, Bolivia e Alpi italiane, tra il 1990 e il 1993 con excursus in altre epoche

    Volume: Pagine 408 di testo più 64 con foto a colori, copertina rigida in brossura con sovra-copertina lucida a colori, prezzo al pubblico € 25,00. ISBN 9788890948008

    Il guadagno derivante dalla vendita del libro sarà interamente devoluto a progetti di assistenza e formazione della popolazione andina grazie all’opera di volontari e missionari dell’Operazione Mato Grosso.

    Sinossi:

    La grande, concava ed enigmatica parete del Nevado Huascarán Norte, nel cuore delle Ande peruviane, è teatro di due epiche vicende alpinistiche che sfuggono ai comuni canoni di valutazione. La prima è l’odissea di Renato Casarotto durata 17 giorni, che nel 1977 scopre e scala una linea sottile al riparo dalle scariche di pietre e ghiaccio: a 36 anni da quei giorni, resta l’unico ad averla percorsa. Nel 1993 la spedizione italiana della Sezione di Cedegolo del Club Alpino Italiano ne tenta la ripetizione. Il motto è inusuale: “salire in alto per aiutare chi sta in basso”. L’impresa vuole attirare l’attenzione sulla povertà dei campesinos e contribuire alla costruzione dell’ospedale di Chacas, in collaborazione con il movimento di volontariato Operazione Mato Grosso. La cordata di punta, composta da Battistino Bonali e Giandomenico Ducoli, si avvicina alla vetta, ma non potrà toccarla. Nella vastità delle vicende del mondo, vittorie e sconfitte paiono scambiarsi i significati, e divengono riferimenti per una storia corale.

    Giovedì, 26 Dicembre 2013 18:41

    IMPORTANTE: DATI NECESSARI PER RINNOVO TESSERAMENTO 2014

    Scritto da

    DATITESSERAMENTO 2014

     

     

    Piattaforma del Tesseramento

     

     

    In ottemperanza al comunicato della Sede Centrale del Club Alpino Italiano in merito al tesseramento 2014, anche la nostra Sezione deve rispondere alle richieste in modo puntuale e preciso.

     

    La nuova Piattaforma del Tesseramento prevede che tutti i dati richiesti vengano forniti alla Sezione di appartenenza al momento del rinnovo del bollino; in mancanza di questi dati non sarà possibile procedere al rinnovo.

     

    Come già comunicato a tutti i Soci tramite l'allegato alla Rivista "Montagne 360°" del mese di Settembre 2013, è necessario fornire la propria sezione di appartenenza di alcuni dati al fine di:

    - garantire la correttezza e l'istantaneità delle registrazioni ai fini assicurativi tramite il tesseramento on line

    - risolvere omonimie e duplicazione di dati

    - rispettare la normativa sulla Privacy come da Statuto e Regolamento

     

    I dati richiesti sono la data di nascita completa di giorno, mese ed anno per esteso (tutte quattro le cifre), codice fiscale esatto, via e n. civico, c.a.p. e città, oltre alla compilazione e firma di una nuova informativa sulla privacy che darà modo ad ogni Socio di esprimere la propria volontà in merito alla conservazione dei propri dati.

     

    Per agevolare queste operazioni, di seguito trovate il modulo da compilare che potrete consegnare all'atto del rinnovo del bollino. Copie degli stessi e dell'informativa sulla privacy da leggere, sottoscrive e consegnare saranno presenti in Sede e presso gli incaricati di Zona per la distribuzione dei bollini.

     

    E' indispensabile la collaborazione di ognuno affinché l'archivio sezionale e la gestione dati a livello Centrale risultino perfettamente sovrapponibili.

     

     

    COGNOME ___________________________________________________

    NOME  ______________________________________________________

    NATO a _______________________________il  GIORNO□□MESE□□ANNO□□□□

    RESIDENTE in Via / Vicolo / Piazza ___________________________________________________ n° _________

    CAP ___________________   CITTA' _____________________________________________________

    TELEFONO □□□□□□□□□□

    MAIL ________________________________________________

    C.FISCALE  □□□□□□□□□□□□□□□□

    Sabato, 30 Novembre 2013 17:27

    NUOVO CALENDARIO CAI CEDEGOLO

    Scritto da

    PUBBLICATO IL CALENDARIO CAI CEDEGOLO 2014

    INVENDITA IN ALCUNI NEGOZI DI ARTICOLI SPORTIVI E PRESSO LA SEDE AL PREZZO DI EURO 5.

    Mercoledì, 30 Ottobre 2013 15:39

    CORSO SCI ALPINISMO SA1 2014

    Scritto da

                 

     

                        Corso di sci-alpinismo SA1 – 2014

     

     

    Il corso di sci-alpinismo SA1 è rivolto a:

     

    • Principianti che per la prima volta affrontano la montagna invernale per praticare l’attività sci alpinistica;

    • Persone che non hanno in genere nessuna esperienza di montagna né estiva né invernale, ma provengono dallo sci da pista con sufficienti abilità sciatorie.

     

    Prerogativa del corso è l’insegnamento, attraverso lezioni sia teoriche che pratiche ed uscite sul terreno, delle nozioni fondamentali per poter svolgere con ragionevole sicurezza l’attività sci alpinistica su itinerari non impegnativi. Particolare attenzione sarà data alle tematiche relative alla montagna invernale: neve e valanghe, uso dell’ARTVA, cartografia orientamento, lettura dei bollettini e auto-soccorso.

     

    Iscrizioni

    Le iscrizioni devono essere inoltrate su apposito modulo presso la sede del CAI Cedegolo, ogni giovedì dalle 20.30 alle 22.00. All’atto dell’iscrizione serve il certificato medico di idoneità alla pratica di attività sportiva non agonistica e il tesseramento CAI dell’anno corrente.

     

    Le iscrizioni verranno chiuse al raggiungimento di 15 partecipanti.

     

    La quota di iscrizione è fissata in Euro 120,00 e comprende:

    • uso materiale di auto-soccorso;

    • manuale CAI.

     

    Per ulteriori informazioni:

    • Sede CAI Cedegolo, Via Nazionale n. 103 – Tel. 0364630139

    • Fedriga Ivan Cell. 347.1380006

    • Pedersoli Francesco Cell. 339.4098260

    • Gasparini Giuseppe Cell. 329.1659979

     

    Il termine ultimo per le iscrizioni (che verranno fatte comunque tutte) è giovedì 16 gennaio.

     

    Direttore del corso

    • Pedersoli Francesco - ISA

     

    Scuola Scialpinismo Vallecamonica

    La scuola opera nell’ambito del Club Alpino Italiano; segue le linee programmatiche e le normative della Scuola e Commissione Nazionale e Regionale Lombarda di alpinismo e scialpinismo.

     

    ORGANICO SCUOLA

     

    Direttore

    Fedriga Ivan - INSA

     

    Istruttori

    Albertinelli Elio - INSA

    Martinazzoli Severino - INSA

    Ferrari Emilio - INA / INSA

    Guassoldi Guido - ISA

    Pedersoli Francesco - ISA

    Ragazzoli Virginio - ISA

    Rebaioli Mauro - ISA

    Gheza Igor - IS

    Rigali Paolo - IS

    Calvetti Elisa - IS

    Crotti Daniele - IS

    Gasparini Alberto - IS

    Gasparini Giuseppe - IS

    Missarelli G. Battista - IS

    Lambertenghi Michele - IS

    Dominighini Fausto - IS

    Zannier Marco - IS

    Martinazzoli Elena - IS

    Manella Gianfranco: referente sito internet della scuola

    Fioletti Fabio: referente sito internet della scuola

     

    Lezioni teoriche

     

    Giovedì 23 gennaio 2014

    Presentazione del corso (le iscrizioni vanno effettuate giovedì 16 gennaio). Materiali per scialpinismo e uso dell’ARTVA.

     

    Venerdì 31 gennaio 2014

    Neve e valanghe, valutazione del manto nevoso

     

    Venerdì 07 febbraio 2014

    Bollettino nivometeo, meteorologia

     

    Venerdì 14 febbraio 2014

    Preparazione di una gita e scelta di un itinerario

    Topografia e orientamento

     

    Venerdì 21 febbraio 2014

    Autosoccorso e costruzione di una barella di fortuna

     

    Giovedì 27 febbraio 2014

    La medicina, l’alimentazione e il soccorso in montagna
    relazione della Dott.ssa Bandera (Medico Soccorso Alpino)

    Le lezioni teoriche avranno inizio alle ore 20.30 presso la sede del CAI Cedegolo.

     

    Lezioni pratiche

     

    Sabato 25 gennaio 2014

    Prova in pista obbligatoria (pomeriggio)

     

    Domenica 26 gennaio 2014

    Confidenza con i materiali e piccola ricerca ARTVA

     

    Domenica 02 febbraio 2014

    Stratigrafia del manto nevoso e ricerca con ARTVA

     

    Domenica 09 febbraio 2014

    Lettura del bollettino e filtro locale per vedere se la gita può essere svolta in condizioni sicure

    Ricerca con ARTVA

     

    Domenica 23 marzo 2014

    Simulazione di un autosoccorso con trasporto di infortunato nella barella di fortuna da noi costruita

     

    Sabato 01 marzo 2014

    Trasferimento al Rifugio

     

    Domenica 02 marzo 2014

    Impariamo a scegliere il percorso adatto e, visto che non si sa mai, vediamo anche la costruzione di un bivacco di fortuna. Piccola valutazione finale con quiz.

     

     

    Pagina 4 di 4
    © 2017 CAI Cedegolo. All Rights Reserved. Designed By Digima