Sabato, 15 Agosto 2015 08:58

    Vallone del Lagazuoi Ferrata Tomaselli, Cascate di Fanes, Gallerie di guerra del Lagazuoi In evidenza

    Scritto da
    Vota questo articolo
    (1 Vota)

    Vallone del Lagazuoi

    Ferrata Tomaselli – Cascate di Fanes

    Gallerie di guerra del Lagazuoi

     

    SABATO 19 E DOMENICA 20 SETTEMBRE

          

     

    Quota individuale di partecipazione:  110 Euro 

     

    La quota comprende: Viaggio e trasferimenti in autobus gran turismo, trattamento di pensione ¾ in Hotel 4* (merenda, cena, pernottamento, prima colazione, piscina, sauna, bagno turco, ecc.), merenda nel viaggio di ritorno. Per i non soci CAI c’è l’obbligo  dell’assicurazione alla gita (5 €) da versare al momento dell’iscrizione. I soci CAI sono automaticamente assicurati.

     

    L’escursione delle ferrate (Cascate di Fanes – Gallerie di guerra del Lagazuoi - Tomaselli), sarà effettuata a giudizio insindacabile dei capi gita e solo con condizioni meteo ottimali, ed è riservata a escursionisti esperti attrezzati. 

     

    Per informazioni:  

    Roberto Baccanelli: 3495748974        

    Maurizio Pedretti: 3479701344

    Alfio Gineprini: 3486366845        

    Guido Zanella: 3289435113 

    Il Sentiero dei Canyons e delle Cascate di Fanes 

     

    Particolare e facile giro ad anello, ben attrezzato nei brevi tratti necessari, che si può effettuare anche in mezza giornata. E’ il comodo accesso da Cortina alla splendida Valle di Fanes, in uno scenario che sposa l’incantevole verde dei boschi con la vertiginosa parete sud del Taè ed il bel calcare del Col Bechei. Ma soprattutto è una gita attraverso le tumultuose acque del rio di Fanes e delle sue splendide cascate. Letteralmente unico ed imperdibile il passaggio sotto la prima Cascata di Fanes e l’attraversamento del vertiginoso Ponte Alto.

     

    Via Ferrata Tomaselli - Alta Via Veronesi 

    Ferrata degli Alpini – Gallerie di Guerra del Lagazuoi

    Partenza: Passo Falzarego (2110 m), o Col Gallina (2055 m). Arrivo:  Sarè  (1650 m)                      Tempo di percorrenza: ore  5 – 7.00                  Grado di difficoltà:  EEA   Da Facile a Molto Difficile

    Posti di ristoro: Rifugio Lagazuoi, Rifugio Scotoni, Rifugio Capanna Alpina

    Nota: Si valuterà quali effettuare  in funzione di logistica, meteo, difficoltà,  partecipanti. 

                                                

    Vallone del Lagazuoi

    Il punto di partenza dell'itinerario è il Passo Falzarego (2110 m), si prende il sentiero nr. 402 che sale alla Forcella Travenanzes (2435 m), si prosegue sul segnavia 401 fino alla forcella Lagazuoi (2572 m). Giuntivi, sempre sul sentiero nr. 401 si raggiunge (passando a fianco di gallerie e resti di manufatti del 1° conflitto bellico) dapprima la stazione a monte della funivia  e quindi il Rifugio Lagazuoi  (2752  m.). Proseguendo raggiungiamo la Cima del Piccolo Lagazuoi  (2778 m).  Torniamo sui nostri passi fino al Rifugio Lagazuoi, da dove si inizia a scendere lungo il sentiero n. 20 che ci riporta  alla Forcella Lagazuoi , da dove si gode di uno stupendo panorama sul Vallon Lagazuoi e sulle montagne circostanti. (Tofane, Grande Lagazuoi, Cime fi Fanes , ecc). Dalla forcella verso destra sempre col n° 20 scendiamo nel Vallone, passiamo a fianco del Lago Lagazuoi (2194 m) e raggiungiamo la verde conca col Rifugio Scotoni (2040 m). Riprendiamo la discesa per la stradina sterrata o attraverso la pista da sci "Armentarola" e giungiamo al Rifugio Capanna Alpina (1740 m) e da qui a Sarè (1650 m) sulla strada per la Val Badia. 

    Partenza:  Passo Falzarego m 2110  Arrivo:  Sarè m 1650  

    Dislivello:  700 m  circa      Tempo di percorrenza: ore  3 – 5.     Grado di difficoltà: E 

    Posti di ristoro: Rifugio Lagazuoi, Rifugio Scotoni, Rifugio Capanna Alpina

    Nota: chi non volesse effettuare la salita al rifugio Lagazuoi a piedi e risparmiarsi due ore di camminata può usufruire della Funivia che parte anch'essa dal Passo Falzarego (costo 10 Euro circa)

                             

    PROGRAMMA

    Sabato 19 Settembre: 

               Partenza in autobus gran turismo da Bienno-P.za Liberazione ore 06.30. (si raccomanda puntualità)

               Arrivo previsto a san Vito di Cadore alle ore 12 - 12.30 circa.

               Pranzo libero o nei vari ristoranti presenti in paese.

               Sistemazione presso l’Hotel  Ladinia ****  --  Giro escursionistico -- Merenda -- Cena  e pernottamento

    Nota: chi non volesse partecipare all’escursione - ferrata può usufruire della zona Wellness dell’Hotel con

              Piscina,idromassaggio, bagno turco, cromoterapia ecc. compresa nel prezzo (ricordarsi il costume). 

               Oppure fare un giro turistico a Cortina d’Ampezzo.           

    Domenica 20 settembre: 

              Ore 7-7.30 colazione in albergo - Ore 8.00 partenza per Passo Falzarego x escursioni.

              Pranzo al sacco o (per chi lo desidera) presso il Rifugio Scotoni lungo il percorso.

              Arrivo a Sare’ orientativamente entro le 17, dove ci attenderà l’autobus.

              Ritorno a Bienno con sosta per la merenda lungo il tragitto (arrivo previsto ore 23 circa).

     

    Ogni partecipante dovrà essere provvisto di adeguata attrezzatura da escursionismo da media montagna (scarponi, indumenti adeguati, giacca antivento ecc), per i partecipanti alla ferrata (da segnalare al momento dell’iscrizione) anche di imbrago, kit da ferrata e casco. Il percorso ed il programma  potranno subire variazioni a giudizio insindacabile dei capigita, se le condizioni meteo o altri inconvenienti lo richiederanno.

    Le iscrizioni (saranno raccolte presso la sede del Gruppo CAI Bienno il venerdì dalle 20.30 alle 21.30 o direttamente rivolgendosi ai capigita Roberto Baccanelli, Maurizio Perdetti e Gineprini Alfio o ai responsabili del Gruppo) si chiuderanno tassativamente entro il 11 settembre o al raggiungimento dei  posti disponibili.

    All’atto dell’iscrizione và versato un acconto di 50 euro, il saldo della quota durante il viaggio di andata.

    Gli orari ad esclusione di quello di partenza del sabato sono orientativi e potrebbero subire variazioni.

     

    La gita per motivi organizzativi ed economici si svolgerà con qualsiasi condizione meteo.

    Letto 4123 volte
    © 2017 CAI Cedegolo. All Rights Reserved. Designed By Digima